Decora e dai forma alle tue idee

Realizza insegne luminose o espositori auto portanti
adatti anche per l’esterno grazie alle lavorazioni plastiche!

Per lavorazioni plastiche intendiamo tutte quelle lavorazioni che implicano un macchinario per: piegare, fresare, tagliare o incidere un materiale plastico o rigido. Come ad esempio: policarbonato compatto o alveolare (per realizzare cartelli da cantiere), oppure alluminio Dibond, o in alternativa lastre di Plexiglas o di forex.

In particolare grazie al taglio a laser possiamo realizzare diciture o lettere a rilievo di differenti materiali. Come ad esempio: polistirolo, polistirene, plexiglas trasparente o opal (ovvero un materiale semitrasparente adatto per realizzare anche insegne).

A dire la verità il plexiglas può essere lavorato in 2 differenti modi. Principalmente è lavorato tramite il taglio al laser che gli dona una finitura lucida perimetrale creando così Targhe premio personalizzate ed eleganti. Secondariamente invece è lavorato con una fresatrice che offre al plexiglas incisioni su differenti livelli lasciando però il perimetro grezzo.

I materiali rigidi (o metallici) come l’alluminio Dibond sono lavorati e tagliati solamente attraverso la fresatrice. Infatti grazie a questo macchinario si possono anche realizzare scritte o incisioni su materiali rigidi, oppure realizzare insegne traforate innovative con uno stile moderno, elegante e urgano.

Plexiglas o Policarbonato? Ecco cosa scegliere.

Questi materiali a vista d’occhio sembrano molto simili, ma in realtà la loro composizione chimica è molto differente.

Il Plexiglas avendo una composizione plastica realizzata con polimeri del metacrilato di metile, è un materiale non adatto a lavorazioni che lo sottopongono a un eccessivo stress nella piegatura. Infatti la lastra di 200×300 cm è necessario prima sagomarla e poi realizzare la piegatura del materiale. Così si realizzano espositori autoportanti eleganti e solidi. Inoltre il plexiglas è utilizzato per realizzare targhe premio a filo lucido personalizzate, frontali per insegne luminose o per semplici espositori autoportanti a U protettivi. Che vengono utilizzati anche sul proprio banco di lavoro.

Invece il Policarbonato a differenza del plexiglas, è un materiale molto più versatile e adatto sia per realizzare coperture che espositori autoportanti da banco o da magazzino più complessi. Vista la sua composizione chimica possono esistere differenti tipologie di policarbonato. Spesso infatti il policarbonato viene utilizzato come un’ottimo isolante per verande, serre o pareti esterne esposte alle intemperie e alla luce del sole.

    Carica Foto

    Scopri tutte le nostre Personalizzazioni

    Mettici alla prova. Contattaci

    Qualità, professionalità e artigianalità.

    Hai bisogno di idee?

    Compila i campi* e richiedi il nostro catalogo. Oppure contattaci al 059775202